• open panel

RCV 1000 Daidalgas

HONDA race replica

Nata in collaborazione con la rivista In Moto, ecco la “futuribile” simulazione della Honda Moto GP stradale ribattezzata RCV 1000 Concept (cbr1000-2011).

Born in partnership with the In Moto magazine , here is the simulation of future long-awaited road version of the Honda Moto GP, which we named RCV 1000 Concept (or CBR 1000 – 2011) . When Valentino Rossi started to ride the RCV 211 many people have begun to hope for a open road “copy”, because it was really beautiful. Indeed after some time came the CBR 600 with a GP look very similar to the original (really nice) … but the 1000, shortly released after the 600 model, it was too big. When I saw the CBR 1000 Repsol replica I thought: Great impact .. but is too big. The hyper bikes must be functional first of all… I do not think that exaggerating the encumbrance is synonymous of efficiency and dynamism. Would have been enough to put the 1000 engine into the 600 version (I speak of external dimensions) and the result would have been perfect. Anyway, let’s talk abaut this protothype. The recipe was clear, let’s make a road version of Moto GP RC 212. To realize this concept and create a bit of “family look” I have been taking some pieces from the new VFR front screen.

Quando la MotoGp ha soppiantato la classe 500 e Valentino Rossi ha debuttato sulla Rcv 211 in tanti hanno cominciato a sperare in una “copia” stradale, perchè era davvero bella. Effettivamente dopo qualche tempo è arrivata la CBR 600 con un GP look molto simile e bello… ma la 1000, uscita dopo poco, era troppo grossa. Sarebbe bastato mettere il motore 1000 dentro la versione 600 (parlo di ingombri esterni) e il risultato sarebbe stato perfetto. Comunque sia ciò non è stato.. e dopo qualche anno con le CBR 1000 in stile Moto Gp “gonfie” si e arrivato incredibilmente… al modello di oggi. La nuova moto è veramente insipida. Il frontale sembra quello di una Hyosung (con un bel doppio fanale… sciolto) e il codino ricorda più il bocchino di un piffero che la coda di un bolide. Ma cosa é successo alla Honda?

Comunque sia, veniamo alla simulazione di questa scheda. La ricetta era chiara, facciamo una versione stradale del prototipo da gara RC 212.   La vera erede “per tutti” della moto che guidava Vale qualche anno fa. Per realizzare questo concept e creare un pò di “family look” ho prelevato qualche pezzo dal frontale della nuova VFR rimodellandone lo shape (troppo corto l’originale). Il fanale, a becco d’aquila, è l’unico elemento esclusivo che differenzia questo progetto dalla versione Moto Gp originale. Come sull’Aprilia RSV4 il gruppo ottico è “sospeso” sulle bocche di ingresso dell’air box. Per non fare brutta figura di notte, mi è sembrato utile inserire linee di led in puro stile Audi nei proiettori frontali. Anche la coda è stata leggermente modificata per accogliere una sella più umana, ma nell’insieme, ad eccezione delle grafiche e ovviamente del cupolino, la moto è identica alla versione GP.

The eagle-head front is the only exclusive element that differentiates this project from the original Moto Gp version. Like on the Aprilia RSV4 the lights are suspended on the air box intakes.Also, or not doing a bad impression at night, it seemed useful to include lines of Audi-style LED  headlamps in the front. The rear has been slightly modified to accept a more human seat. Except for graphics and of course for the front, the bike is identical to the GP measures.

©2011 Daidalgas . by MG4 . P.I.02167371208 . info@daidalgas.com
powered by . aXon . Bainoz . D-sign . Studio Evil